ADESSO IN EDICOLA

Proliferano in città le attività commerciali intitolate allo scienziato: ristoranti, hotel, autoscuole, una pugilistica e persino una marca di caffè. E ogni pochi anni a qualcuno viene in mente di celebrarlo con un nuovo monumento. Ma, mentre questa commedia va in scena, i tesori galileiani presenti in questa città muoiono: nascosti (quando va bene) in faldoni di archivi oppure del tutto inaccessibili. Ci affanniamo a rivendicarne i natali, ma la realtà è che di Galileo non abbiamo ancora deciso cosa farcene.

IN CONSULTAZIONE GRATUITA

Da sette anni alcuni pisani riscoprono la città restando a casa. Sono i lettori di Seconda Cronaca. In questi giorni di isolamento, però, vogliamo portare in giro tutti. Così abbiamo predisposto la lettura libera e integrale della “Guida turistica alle periferie di Pisa (per pisani)”, numero uscito a maggio del 2018. Un’insolita avventura dal mago di Sant’Ermete al “musicista del cemento”. Dallo skatepark di Cisanello al cortile dove si schiantò il figlio di Mussolini.

ACQUISTA ONLINE

NEI LUOGHI PROIBITI DI PISA – IL LIBRO

Dai matronei del Duomo alla Saint-Gobain, dagli archivi della Normale ai rifugi antiaerei. 34 meraviglie protette, dimenticate o sprecate, scoperte in sei anni dalla redazione di Seconda Cronaca