Cronaca Rosa

2

anno

6

numero

2015

luglio

  • CRONACA ROSA

    Uscito a luglio, è un ironico tentativo di calare il più estivo dei generi giornalistici nel contesto pisano, con lo stile dei reporter d’avventura

  • Quei bagnini pendolari tra Tirrenia e la Sicilia

    Da mezzo secolo, sei mesi all’anno, giungono tutti da due villaggi della costa messinese

  • Le duellanti: il fotoromanzo pisano

    Imprevedibile sa esser l’amore ai giorni nostri…

  • I muscoli, le donne e il risveglio naturale

    La vera storia del Gallaccio di Riglione

  • La torta arriva in elicottero

    Federica Salza racconta le feste dei vip e il catering di famiglia

Le edicole in cui trovarlo

Uscito a luglio, è un ironico tentativo di calare il più estivo dei generi giornalistici nel contesto pisano, con lo stile dei reporter d’avventura.

Gli articoli:

Quei bagnini pendolari tra Tirrenia e la Sicilia

Da mezzo secolo, sei mesi all’anno, giungono tutti da due villaggi della costa messinese.

Marina e Tirrenia hanno due paesi gemelli sulla costa nord della Sicilia: Falcone e Tonnarella. Da lì, da più di mezzo secolo, giunge la maggioranza dei bagnini del nostro litorale. Una storia ricostruita dalle origini appuntando, da lido in lido, le testimonianze di chi ancora è protagonista di questa tradizione. Ricorda Nino La Macchia del Bagno Maddalena: «Prima del ’90 in Sicilia gli affari nel peschereccio con mio padre andavano bene. La necessità di emigrare per me non si era ancora presentata. Però in autunno, quando i miei coetanei tornavano da Tirrenia, ascoltavo con invidia le loro imprese da playboy. Raccontavano di belle straniere, e di donne rubate a mariti distratti, che per lavoro le lasciavano sole in villeggiatura fino al weekend».

I muscoli, le donne e il risveglio naturale

La vera storia del Gallaccio di Riglione.

Dalle balere di San Giuliano Terme alla Versilia dei tempi d’oro: il mitico Gallaccio di Riglione (al secolo Luciano Malloggi) ci confessa le sue imprese da nottambulo e playboy. «Tornavo alle sei di mattina da una nottata in Versilia, come facevo a andare a lavorare alla Piaggio? Allora pensai che la cosa più bella del mondo è un bel risveglio naturale. Mi alzavo a mezzogiorno, ar tocco, la mi’ mamma mi portava il caffellatte a letto e diceva “Luciano, svegliati, arriva babbo e al tocco ti vede sempre a letto, te vai in Versilia ma lui è a lavorà’!”».

La torta arriva in elicottero

Da Clooney a Costantino II di Grecia. Federica Salza racconta le feste dei vip e il catering di famiglia

È pisano il catering più amato dai vip. E Federica Salza, che ne è a capo, conosce vizi e virtù dei propri clienti: «Durante le nozze d’oro di Costantino II di Grecia la regina Elisabetta si rovesciò addosso un’intera scodella di pappa al pomodoro. Ricordo poi una signora austriaca che ci chiese, per il suo settantesimo compleanno, una cosa un po’ estrema: organizzarle la festa alle cave di marmo di Carrara. Gli ospiti, quasi tutti suoi coetanei, furono fatti salire alle cave con dei pulmini 4×4, il cui ingombro era di poco minore della carreggiata. L’emozione cresceva di tornante in tornante, tanto che quando scesero qualcuno piangeva».

A tutto pepe

A San Miniato un piccolo ristorante per riscoprire il romanticismo

Seconda Cronaca è edito da Cupressus Srls, via G. Malasoma 24, 56121 Pisa P. IVA: 02192750509 - registrazione tribunale di Pisa nº 12 del 25 novembre 2013