Luoghi proibiti

3

anno

1

numero

2016

febbraio

  • Luoghi proibiti

  • Qui torre di controllo

    Nelle impenetrabili stanze dove si governa
    il cielo pisano

  • Benetton che è nel ventre della balena

    La boutique di Corso Italia è un involucro
    di cartongesso nella platea di un vecchio cinema

  • Vi state bevendo il Serchio

    Ai pozzi dove viene estratta l’acqua che disseta Pisa
    e lungo le condotte centenarie che la portano fino ai ribunetti

  • Seminarista per un giorno

    Viaggio nell’istituto di Piazza Santa Caterina, tra ventenni ed ex bancari che dedicano le giornate a Dio

Le edicole in cui trovarlo

I posti di cui vi raccontiamo in questo numero li conoscete già. Dal di fuori, però. Così li abbiamo scelti: luoghi sotto gli occhi di tutti dall’esterno, ma per varie ragioni inaccessibili. L’emblema sono i locali che sovrastano le Logge di Banchi a cui dedichiamo la copertina. Dentro vi è un deposito dell’Archivio di Stato, posto affascinante, meraviglioso ma chiuso al pubblico e inagibile. Lo abbiamo visitato e ve ne mostriamo le sale. La boutique Benetton in Corso Italia, giace invece dentro il ventre del vecchio cinema Italia, chiuso nel 1988, ma ancora intatto dietro le pareti di cartongesso del negozio. Piena di vita invece, 24 ore al giorno, è la torre di controllo dell’aeroporto cittadino. Gli uomini radar della 46a Brigata Aerea ci hanno spiegato come si governa il cielo pisano. Un anziano fontaniere dell’acquedotto pisano ci ha invece portato ai pozzi accanto al Serchio dove viene estratta l’acqua che disseta Pisa, ci ha mostrato condotte centenarie e depositi dentro castelli finti. Una giornata dentro il seminario – tra ventenni ed ex bancari che dedicano le giornate a Dio – e la visita alla sala da ballo dell’antico Casino dei Nobili, concludono tra sacro e profano il viaggio nelle stanze proibite della città.

Gli articoli:

Nessun risultato

Spiacente, nessun articolo corrisponde ai tuoi criteri

Seconda Cronaca è edito da Cupressus Srls, Via Cisanello 38, 56124 Pisa (PI) P.IVA e C.F. Pisa P. IVA: 02192750509 - registrazione tribunale di Pisa nº 12 del 25 novembre 2013