«Appena arrivano vanno in bagno»

Le guide di City Gran Tour raccontano i retroscena del turismo di massa a Pisa, e le loro scelte per un modello alternativo

«In novembre, tutti gli anni, a Miami c’è una specie di convention dove si presentano tutti i tour operator del mondo per vendere pacchetti di viaggio alle grandi compagnie che gestiscono per esempio le crociere. L’evento di Miami è un po’ come una Borsa del turismo. Pisa può salire o scendere, ma difficilmente è prevista come tappa full day. Quasi sempre è prevista come half day o addirittura come photo stop di un’ora». Chiara Celli e Alessandro Bargagna di City Grand Tour, conoscono da vicino le logiche vuote del turismo “lampo”. Per superarle hanno inventato itinerari non convenzionali e percorsi teatralizzati: «Per turisti e non recitiamo le storie di Galilei, Livia Gereschi, Kinzica de’ Sismondi e Trapilicino, unico pirata pisano di cui si abbia notizia».

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.