Seminarista per un giorno

Viaggio nell’istituto di piazza Santa Caterina, tra ventenni ed ex bancari che dedicano le giornate a Dio

A pranzo con i seminaristi, con tredici persone seduti a un tavolo che potrebbe ospitarne il triplo. Accanto un secondo identico tavolo, vuoto. Testimonianza dei tempi in cui i seminaristi arrivavano ad essere duecento. Pasquale, 47 anni, bancario fino a pochi anni fa, ora prepara l’esame su San Paolo. Vive nella camera più grande del seminario, l’unica col bagno privato, che spetta allo studente più anziano. In uno scaffale, impilate, molte scarpe: “Non fateci caso, quelle fanno parte della mia vita precedente, quando dovevo mantenere un certo livello di vestiario”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.