Affittasi grotta

Proprietari senza scrupoli locano appartamenti fatiscenti dentro i quali non vivrebbero mai

Daniela, siciliana, studentessa di lingue, abita in un monolocale di 20 mq nel quartiere di San Francesco. Ci apre scusandosi per il raffreddore: «Ho scoperto che è colpa di questa casa; ho cominciato a chiedermi “Ma com’è che sono sempre malata?” e alla fine ho realizzato che era proprio a causa delle infiltrazioni: in pratica è come vivere in una grotta!». La casa di Daniela è umida, le pareti ammuffite, manca il riscaldamento e la lavatrice. La finestra si può aprire solo per metà, sennò casca in strada. Abbiamo fatto i conti: se il proprietari investisse i proventi di tre mensilità, questo monolocale umido e malmesso diventerebbe una casa dignitosa.